Paradiso latino

Il Cabaret Paradis Latin è una delle sale da concerto più famose di Parigi. È un tipico e originale cabaret parigino, che ha già conquistato molte persone.

  1. Bonaparte, allora Primo Console, decise di costruire un teatro in rue des Fossés Saint-Victor.
    Il Théâtre Latin fu inaugurato nel 1803.

Il Cabaret Paradis Latin è un vero patrimonio di Parigi. Nasce nel 1802, quando l’imperatore Napoleone Bonaparte fa costruire il Théâtre Latina. Qualche anno dopo, il teatro è diventato uno dei luoghi più alla moda per la vita notturna e gli intellettuali parigini. Nel periodo successivo, intorno al 1830, attirò una clientela molto eterogenea di intellettuali borghesi, studenti, lavoratori, commercianti e aristocratici. Inoltre, al piano terra del teatro, ha ospitato una sala letteraria che ha attirato grandi scrittori come Alexandre Dumas e Victor Hugo. Dopo il 1830 divenne uno dei luoghi più alti della vita parigina. Era un locale alla moda, frequentato da una clientela eterogenea, dove artisti di ogni tipo, borghesi, intellettuali, studenti, operai, negozianti e aristocratici non disdegnavano i bassifondi. Questo è l’universo delle “Illusioni perdute” di Honoré de Balzac.

Nel 1870, il Cabaret Paradis Latin fu distrutto, un fatto accaduto durante la guerra franco-prussiana. 17 anni dopo, durante la preparazione dell’Esposizione Universale del 1889, il teatro ebbe una nuova vita. Grazie al talento di Gustave Eiffel (sì, lo stesso che ha costruito e battezzato la Torre Eiffel) che ha ricostruito il Cabaret Paradis Latin nello stesso periodo in cui la Torre Eiffel era in costruzione. Nel 1889, il nuovo teatro fu inaugurato e fu chiamato Paradis Latin.

La storia del divertimento a Parigi è diventata forte con l’ascesa di Montmartre nella Belle Époque, quando CanCan e lo striptease sono diventati una “peste” nei cabaret della riva destra di Parigi. Purtroppo il suo successo non è stato sufficiente e ha finito per chiudere i battenti. Nel 1973, l’edificio è stato venduto, con l’intenzione di ristrutturarlo in appartamenti. Fortunatamente per noi, i piani sono stati cambiati non appena hanno scoperto i tesori nascosti nelle rovine.

1973-1976. Restauro della sala secondo i progetti di Eiffel. 720 posti a sedere.

  1. La direzione artistica, la direzione e l’animazione artistica sono affidate a Jean-Marie Rivière. Il 14 novembre 1977 presenta “Paris Paradis”, uno spettacolo poetico e burlesco creato con i suoi complici Pierre Simonini e Frédéric Botton.

Immaginate la sorpresa quando hanno scoperto tracce del precedente cabaret, come l’incomparabile struttura architettonica di Eiffel, la magnifica cupola dipinta, i vecchi manifesti, tra gli altri. Cos’altro potrebbe fare il nuovo proprietario, Jean Kriegel, se non riportare questa storica struttura al suo antico splendore? La prima mostra della riapertura del Paradiso Latino ha avuto luogo il 14 novembre 1977. E da allora non ha mai smesso.

Ispirati dalle riviste di moda, i festeggiamenti e la gioia si svolgono durante tutto lo spettacolo. Vero e proprio spettacolo pirotecnico di balletto, la rivista è caratterizzata dallo spirito francese. Il fatto che ci sia un solo spettacolo a serata rende lo spettacolo ancora più piacevole. Poiché gli alunni e le papille gustative sono curati con lo stesso rispetto, optare per la cena spettacolo è un’ottima scelta. Tuttavia, gli amanti delle bollicine possono prenotare un “revue-champagne” e godersi una serata frizzante!
Con la nuova creazione “Paradis à la Folie”, il paradiso latino si trasforma in un giardino magico dove i ballerini vi condurranno in una farandola di scene piene di sorprese, allegria, giostre incantate, balli in maschera e commedie musicali.

Accesso
Autobus: 47, 86, 87, 89
Metro: Linea 10 – Cardinale Lemoine

Contatto
www.paradis-latin.com
33 (0) 1 43 25 28 28

Indirizzo
28 rue du Cardinal-Lemoine 75005 Parigi