Museo delle arti primitive

Il museo delle arti primitive, il quai Branly o il museo delle arti e delle civiltà di Africa, Asia, Oceania e Americhe (non occidentali). Questo nuovo museo di Parigi si trova nel 7 ° arrondissement di Parigi, non lontano dalla Torre Eiffel, nella piazza occupata dal Ministero del Commercio con l’estero.

Come ogni progetto ambizioso e innovativo nella sua architettura (architetto Jean Nouvel), la costruzione e la realizzazione di questo museo parigino sono state adottate e portate da Jacques Chirac (Presidente della Repubblica 1995-2007) per lasciare un segno culturale nella capitale.

Il museo riunisce le vecchie collezioni etnologiche del Musée de l’Homme (Palais de Chaillot) e quelle del Museo Nazionale delle Arti dell’Africa e dell’Oceania (situato alla Porte Dorée).

Questo complesso architettonico occupa un’area di 40.600 m² distribuiti su quattro edifici ed espone 3.500 oggetti, scelti da una collezione che comprende 300.000.

L’edificio di cinque piani comprende:

Il museo stesso, la cui galleria principale, lunga 200 metri, ha diverse sale laterali che sono rappresentate esternamente dalle scatole colorate.
Il museo comprende anche un auditorium, aule, una sala di lettura, uno spazio per mostre temporanee e un ristorante.
L’edificio “Università” comprende una libreria, uffici e workshop.
L’edificio Branly è adornato con una parete verde di quasi 800 m2.
Nel frattempo The Awning include la libreria multimediale e le riserve.

Per andare al museo
Autobus 42
Metro M6 fermata Bir-Hakeim (5 minuti a piedi)

Sito ufficiale http://www.quaibranly.fr/
Prezzo tra 7 e 10 euro vedere il sito per maggiori dettagli su tutte le tariffe.
Aperto da martedì a domenica (chiuso il lunedì) in base ai giorni dalle 11h alle 21h.