Musei d’Orsay

      Nessun commento su Musei d’Orsay
Musée d'Orsay

Uno dei luoghi della cultura parigina: il Musée d’Orsay. Le belle arti sono rappresentate: come il cinema, la fotografia, i dipinti e i dipinti degli impressionisti. Situato sul Quai d’Orsay nel 7 ° arrondissement di Parigi. Molte mostre si svolgono durante l’anno; è quindi opportuno conoscere frequentemente i programmi. Una breve storia riguardante l’architettura del Musée d’Orsay: Inaugurata il 14 luglio 1900, alla vigilia dell’Esposizione Universale, la stazione ferroviaria di Orsay, costruita dall’architetto Victor Laloux, fu utilizzata solo fino al 1939. Molto rapidamente, si rivelò inadeguata per il numero crescente viaggiatori, e fu poi utilizzato successivamente come centro di accoglienza per i prigionieri alla liberazione, riprese da Orson Welles, teatro della compagnia Renaud Barrault e sala vendite di Drouot. Fu nel 1973 che nacque l’idea di un museo, ma fu solo nel 1977 che venne presa la decisione ufficiale. Il 1 ° dicembre 1986 il museo, dopo un refitting interno di Gae Aulenti, fu inaugurato da François Mitterrand. La trasformazione della stazione d’Orsay in un museo è stata opera degli architetti MM. Bardon, Colboc e Philippon. Questo progetto ha dovuto rispettare l’architettura di Victor Laloux, reinterpretandolo secondo la sua nuova vocazione. Similmente; doveva permettere di evidenziare la grande navata usandola come asse principale del percorso. Il lavoro ha trasformato il padiglione in un ingresso principale.

Tre livelli distinti attraversano il museo:

– Al piano terra, le camere sono distribuite su entrambi i lati del cortile centrale.

– A livello intermedio, le terrazze dominano il corso e introducono alle sale espositive.

– Finalmente il piano superiore è costruito sopra il vestibolo lungo la banchina e si estende nella parte più alta dell’hotel (in rue de Bellechasse).

Spazi distinti sono accessibili da questi tre livelli principali di esposizione delle opere: il padiglione upstream, i passaggi vetrati del grande timpano ovest della stazione, il ristorante museo (situato nella ex sala da pranzo dell’hotel ), il café des Hauteurs, la libreria e infine l’auditorium.

Grandi opere da non perdere:

– “L’Atelier” di Courbet,

– “The Olympia” “Il pranzo sull’erba” di Manet,

– “The Dance” di Carpeaux,

– “Il pensiero” di Rodin,

– “Le cattedrali” di Monet,

– “Dancers” di Degas,

– “La chiesa di Auvers sur Oise” di Van Gogh,

– “Aréaréa” di Gauguin,

– “I bagnanti” di Renoir.

Metro Linea 13 fermata Solférino o Assemblea Nazionale

Autobus: 24, 63, 68, 69, 73, 83, 84, 94

R.E.R C: Museo d’Orsay Se parti dalla periferia parigina, la RER C si ferma alla Gare Musée d’Orsay